08/07/2017

COME COMBATTERE LO STRESS DA LAVORO

In Europa, secondo i dati dell'European Academy of Occupation Health Psycology, le persone stressate per il lavoro sarebbero circa quaranta milioni, quasi il 22% della forza lavoro. Nel nostro Paese le persone stressate sono quattro milioni.

 

È bene precisare che lo stress di per sé non fa male. Se di livello contenuto, può infatti fungere da stimolo per l’ottimizzazione delle proprie prestazioni lavorative. Tuttavia, se lo stress a cui si è sottoposti è troppo elevato e se non si è caratterialmente abbastanza forti da saperlo gestire, può diventare anche una fonte di disagio.

 

In questi casi, lo stress causato dal lavoro non danneggia solo il soggetto interessato, ma può anche influire sul clima lavorativo, in particolar modo sulle persone con cui si lavora a più stretto contatto.

 

Ma come si sviluppa lo stress negativo da lavoro?

 

Le cause sono davvero molteplici. Si va dall’eccessivo carico di lavoro, alla scarsità di tempo per svolgere le proprie mansioni in modo qualitativamente adeguato, dall’eccessiva responsabilità, alla mancanza di gratificazione.

 

A livello fisico, lo stress può causare diversi sintomi, tra questi il disturbo del sonno, ma anche affaticamento, ansietà, mancanza di concentrazione, abbassamento delle difese immunitarie, cefalea, colite.

 

Quali sono i rimedi anti stress?

 

Lo stress è parte integrante della vita nella nostra società, per questo è più corretto parlare di gestione dello stress piuttosto che di totale eliminazione dello stress.

 

Il primo passo è sicuramente quello di limitare al massimo le situazioni stressanti.  Sempre più uomini e donne oggi non svolgono attività lavorative di particolare impegno fisico ma piuttosto dagli alti livelli di concentrazione e responsabilità. Il carico cognitivo necessario in lavori "da ufficio", così come attività manageriali, creative o commerciali è sempre maggiore. In casi come questi sono comuni stati di affaticamento particolarmente fastidiosi caratterizzati da stanchezza e facile esauribilità. In questi periodi di forte stress, per supportare le prestazioni lavorative e migliorare la concentrazione al lavoro, un integratore energetico può essere molto utile.

Infine, è importante ricordare che lo stress aumenta la produzione di radicali liberi e quindi l’ossidazione delle cellule: dal punto di vista dell’alimentazione è bene mantenere una dieta equilibrata e varia, che consenta un elevato apporto di vitamine e di antiossidanti, reperibili nella frutta e nella verdura colorata di giallo, arancio, rosso e viola.

 

Inoltre, la produzione di serotonina, neurotrasmettitore sintetizzato nel cervello anche definito “ormone del buonumore” è sensibile alla dieta: i vegetali possono influire positivamente sulla sua produzione.

 


TORNA A NEWS



Altre dal mondo CARNIDYN PLUS


Cerchi Informazioni?

Consulta la sezione LO SAPEVI CHE

Utilizzando il nostro sito web dichiari di accettare e acconsentire all'utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso della cookie policy.
Se non acconsenti l'utilizzo dei cookies, occorre impostare il proprio browser in modo appropriato oppure non procedere con la navigazione su questo sito.
OK