Consigli e precauzioni per runner e ciclisti

03/09/2018

DI CORSA O SU DUE RUOTE IN ESTATE: CONSIGLI E PRECAUZIONI PER RUNNER E CICLISTI

Le vacanze sono terminate per la maggior parte degli italiani, ma la stagione calda non è ancora finita. Volete sfruttare questo periodo per rimettervi in forma? Muovetevi con attenzione senza far mancare all’organismo ciò di cui ha bisogno, al fine di non trovarvi senza carburante durante il percorso in bicicletta o mentre correte nel parco.


Il caldo, infatti, favorisce un innalzamento della temperatura corporea anche per la perdita di sudore, con possibile carenza di liquidi e sali minerali di cui l’organismo ha bisogno. Bisogna, inoltre, prestare molta attenzione ai muscoli, posti sotto stress dallo sforzo, soprattutto se non si è adeguatamente preparati.

Come bisogna comportarsi durante l’attività fisica all’aperto?

Running e ciclismo sono attività di endurance che vengono svolte generalmente all'aperto e che quindi risentono molto delle condizioni ambientali. Chiaramente durante il periodo estivo con l'innalzarsi delle temperature e, soprattutto se il clima è umido, i fattori di termoregolazione diventano critici.


Non dobbiamo dimenticare che la sudorazione svolge un ruolo fondamentale nel controllo della temperatura corporea e, quando si suda, si perde acqua ed elettroliti.

Al di là degli aspetti di termoregolazione bisogna anche tenere conto degli aspetti energetici. Questo tipo di attività sono ad alto dispendio energetico per un certo numero di minuti e, quindi, è fondamentale anche essere in un adeguato equilibrio energetico.


Ricapitolando, possiamo dire che i principali fattori che influenzano la fatica e la prestazione sono la disidratazione e la deplezione di carboidrati. Durante il periodo estivo soprattutto la prima può risultare il maggiore limite alla prestazione.

Attenzione ai segnali d’allarme

Quando si fa movimento c’è il rischio di dimenticare che l’organismo può non sopportare lo sforzo a cui lo stiamo sottoponendo. E, ovviamente, la risposta del corpo viene di conseguenza, sotto forma di un malessere che non va sottovalutato. I segnali da non sottovalutare sono diversi: nausea, sudorazione eccessiva, gambe molli, frequenza cardiaca eccessivamente alta anche a ritmi blandi o quando ci si ferma, crampi, emicrania, fino ad arrivare a confusione mentale, fatica ad organizzare i pensieri e disorientamento.

L’importanza di non rimanere senza “benzina”

Ovviamente molti di questi problemi possono essere prevenuti con un pizzico di attenzione e soprattutto facendo in modo che l’organismo abbia sempre a disposizione il “carburante” di cui ha bisogno per sostenere l’attività fisica.

L’importanza di un’integrazione adeguata per chi fa sport con un certo impegno è ormai ampiamente dimostrata, ricordando che occorre pensare alle ore che precedono lo sforzo, a quanto accade nel corso dell’attività e ad un adeguato recupero dopo lo sforzo. Nel caso di attività intensa può essere opportuno optare per l'uso di integratori energetici che facilitano ad esempio l'assunzione di aminoacidi e di sali minerali.

Per quanto riguarda i sali minerali, non bisogna pensare ad una “ricetta” unica per tutti perché la quantità di sali necessari varia da individuo ad individuo. Ci sono persone che perdono più sali rispetto ad altre durante la traspirazione. Per quanto riguarda il “post”, dopo la prestazione bisogna continuare a reidratare - riducendo però la quota di sali - ed eventualmente integrare con delle fonti aminoacidiche.

Se stai cercando un integratore energetico che ti aiuti ad affrontare l’attività fisica all’aperto, prova subito Carnidyn Plus, il quale ti darà la carica necessaria e ti aiuterà a ritardare l’insorgenza della sensazione di fatica indotta dall’attività fisica!


TORNA A NEWS



Altre dal mondo CARNIDYN PLUS


Cerchi Informazioni?

Consulta la sezione LO SAPEVI CHE

Utilizzando il nostro sito web dichiari di accettare e acconsentire all'utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso della cookie policy.
Se non acconsenti l'utilizzo dei cookies, occorre impostare il proprio browser in modo appropriato oppure non procedere con la navigazione su questo sito.
OK