Occhio allo stress

10/12/2018

Occhio allo stress, influisce negativamente anche sul nostro cervello

Uno studio dimostra che una vita frenetica porta conseguenze negative sul nostro sistema nervoso

Sveglia all’alba, colazione al volo, i bambini a scuola e di corsa in ufficio. Per non parlare poi degli impegni dopo il lavoro. La vita frenetica a cui siamo sottoposti quotidianamente è fonte di stress. Ma occhio a non esagerare! Uno studio pubblicato sulla prestigiosa rivista Neurology dimostra che condurre una vita snervante influisce negativamente sul nostro cervello, soprattutto nelle persone più giovani al di sotto dei 40 anni d’età.

Quali sono gli effetti dello stress?

In particolare, gli effetti dello stress impattano su memoria e funzioni cognitive e porterebbero anche a una riduzione del volume del nostro cervello. La colpa sarebbe del cortisolo, conosciuto anche come “ormone dello stress”. La ricerca, condotta su un campione di circa 2mila persone sane, di età media pari a 49 anni, ha dimostrato che i soggetti con livelli elevati di questo ormone nel sangue hanno una memoria alterata rispetto a coloro che presentano livelli normali della molecola. Questo è stato osservato anche prima che le persone iniziassero a mostrare i sintomi della perdita di memoria.

Come è stato effettuato lo studio?

Per arrivare alle loro conclusioni, i ricercatori hanno analizzato i partecipanti allo studio dal punto di vista psicologico, della memoria e delle capacità cognitive. Le stesse valutazioni sono state poi effettuate a distanza di 8 anni. Andando a misurare i livelli di cortisolo nel sangue, gli esperti hanno osservato che coloro che presentavano punteggi più bassi nei test di memoria e capacità cognitive avevano livelli elevati dell’ormone nel sangue. E non solo, gli stessi soggetti mostravano una riduzione, anche se lieve, del volume cerebrale, rispetto alle persone con livelli dell’ormone nella norma.

Qual è l’utilità del cortisolo?

Il cortisolo è prodotto dal surrene sotto lo stimolo del cervello e viene definito “ormone dello stress” perché nei momenti di maggior tensione provoca un aumento degli zuccheri e dei grassi a livello ematico, mettendo a disposizione al nostro organismo l’energia di cui ha bisogno. Insieme all’ormone vengono liberate altre due sostanze, adrenalina e noradrenalina. La combinazione di questi composti aumenta la pressione sanguigna, migliorando le prestazioni fisiche per affrontare le situazioni particolarmente stressanti. Una volta superati i momenti di tensione, i livelli di cortisolo si riducono e il corpo si rilassa. Ma quando i periodi di stress sono continui, i livelli di cortisolo si mantengono elevati, portando a diverse conseguenze tra cui appunto i problemi di memoria e concentrazione.

Per combattere lo stress e ricaricare le vostre energie, inoltre, potrete utilizzare un integratore alimentare ricco di nutrienti. Scegliete Carnidyn Plus, la carica giusta per affrontare tutti i vostri impegni e sconfiggere lo stress!


TORNA A NEWS



Altre dal mondo CARNIDYN PLUS


Cerchi Informazioni?

Consulta la sezione LO SAPEVI CHE

Utilizzando il nostro sito web dichiari di accettare e acconsentire all'utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso della cookie policy.
Se non acconsenti l'utilizzo dei cookies, occorre impostare il proprio browser in modo appropriato oppure non procedere con la navigazione su questo sito.
OK